Guida al Trading Online CFD

Un CFD (acronimo di Contratto per Differenza) è una tipologia di contratto nel quale ci si impegna a scambiare la differenza di un certo titolo maturata tra il momento della sottoscrizione e quella della chiusura dello stesso. In poche parole, con il CFD non si detiene mai realmente un bene o lo strumento al centro della negoziazione, ma ciò non toglie che si possa trarre un profitto qualora il mercato si muova a proprio favore seguendo un determinato trend finanziario, suggerito magari da un trader astuto e piuttosto navigato.

I migliori Broker di CFD con licenza Consob

Best
Plus500
Fondazione

2008
Regolamento

CySEC
Deposito Min.

100€
Bonus

25€ Senza Dep.
Leva Finanziaria

200:1
Conto Demo

Markets
Fondazione

2009
Regolamento

CySEC
Deposito Min.

100€
Bonus

Fino a 2.000€
Leva Finanziaria

200:1
Conto Demo

eToro
Fondazione

2006
Regolamento

CONSOB
Deposito Min.

100€
Bonus

Variabile
Leva Finanziaria

400:1
Conto Demo

IronFX
Fondazione

2010
Regolamento

CySEC, Consob
Deposito Min.

100€
Bonus

Fino a 10.000€
Leva Finanziaria

400:1
Conto Demo

Questa situazione finanziaria è motivata dal fatto che un CFD è un prodotto derivato, il cui valore si determina in base a un bene sottostante precedentemente stabilito. Operare finanziariamente con un trading definito, per l’appunto, sui CFD consiste nel puntare ad ottenere una remunerazione da un mercato che sia in rialzo o in ribasso. Per far sì che tale previsione avvenga, bisogna fare le seguenti considerazioni: se si crede che il prezzo di un bene tenderà ad alzarsi, è necessario aprire una posizione di acquisto; viceversa, se il prezzo propende verso un clamoroso ribasso, è consigliabile orientarsi su una posizione di vendita. A seconda degli andamenti del mercato a cui ci si è relazionati, la posizione prescelta accrescerà o diminuirà l’entità dei profitti stimati.

I mercati trattati nel trading CFD

Il trading con i CFD permette di intervenire su un’ampia gamma di mercati, come quello delle azioni, delle materie prime, delle valute estere, dei titoli di stato e tanti altri ancora. Investire nella negoziazione di un CFD azionario comporta dei vantaggi che si aggiungono alla tipologia tradizionale della contrattazione, come ad esempio costi convenienti e la possibilità di affacciarsi su mercati dotati di indici azionari caratterizzati da un’elevata percentuale di buona riuscita del tutto.

Andando ad approfondire l’aspetto pratico di quanto detto sino ad ora, ci si può soffermare sulla distinzione tra il prezzo lettera (acquisto) e il prezzo denaro (vendita). La differenza tra queste due componenti viene chiamata spread, ergo se si pensa che il mercato procederà verso un inesorabile rialzo conviene acquistare il prezzo lettera, ritenuto sempre più alto dell’altro; nel caso in cui il mercato sia destinato al ribasso, è consigliabile acquisire il prezzo denaro, valore aggiunto determinante all’atto della vendita di un preciso bene sottostante. L’investitore, comunque, ha sempre un ampio margine di scelta relativo alle azioni da acquistare e ai contratti da negoziare, ma deve sempre rispettare il volume minimo di transazioni consentito da ogni mercato.

La scadenza delle negoziazioni con i CFD non è fisiologica, anzi. Se si desidera concludere una posizione, bisogna negoziare lo stesso valore in direzione opposta. Tuttavia, esistono delle particolari eccezioni in merito, come i contratti forward su determinate materie prime. In questo caso, infatti, non occorre attendere la sua scadenza specifica perché si è liberi di negoziarlo in qualunque momento. Tra l’altro, si è anche liberi di chiudere e riaprire con una rettifica i contratti forward prossimi alla scadenza, pagando però una piccola spesa per i cosiddetti roll-over. Oltre a ciò, non bisogna aggiungere altro dato che il valore in sé è parte integrante dello spread poc’anzi citato.

Essendo un ambito parecchio vasto, in cui è facile farsi ingolosire da determinati profitti senza però avere una base solida in termini di esperienza e praticità, possono tornare estremamente utili le piattaforme di trading online, sistemi informatici dotati di una precisione di calcolo a dir poco maniacale abilissimi nel fornire le migliori strategie per venire a capo di qualsiasi strategia finanziaria, qualunque sia il mercato di riferimento.  Tra grafici, aggiornamenti sui tassi di cambio e molto altro ancora, le piattaforme di trading online costituiscono una risorsa preziosa dalla quale, a certi livelli, non si può prescindere.

Migliori broker di CFD trading

Plus500 è fra le migliori piattaforme per il trading con i CFD. Senza l’obbligo di dover sbrigare qualche pratica o qualche vincolo burocratico, è possibile iniziare a fare trading grazie anche a una demo completamente gratuita ed illimitata. Una volta aperto il conto, questo può essere facilmente collegato a Money Bookers o alla carta di credito, permettendo così di iniziare a fare trading dopo appena 5 minuti. Plus500 offre spread molto stretti e privi di commissioni poiché lo spread dello strumento negoziato è in grado di coprire tutti i costi previsti. Un vantaggio che ben pochi sono disposti ad offrire.

Un’altra piattaforma su cui fare affidamento è Markets.com, di proprietà della Safecap Investments Limited. Sicura ed affidabile, la piattaforma per il trading online Markets.com protegge le sue transazioni con sistemi di sicurezza avanzati integrati avallati dai migliori enti internazionali del settore. Lo spread che garantisce ai suoi utenti è di 2 pips, il che significa poter operare in qualsiasi modo avendo la consapevolezza di ottenere quasi sicuramente degli ottimi risultati. L’investimento iniziale di 100 euro garantisce, poi, una diversificazione delle transazioni che si andranno affare traducendola in una maggiore possibilità di guadagno.

AvaTrade, invece, è un broker irlandese disciplinato dalle direttive della CONSOB Italia. Considerata da molti come la migliore piattaforma per il trading con i CFD, AvaTrade offre strumenti operativi di semplice fruizione ma che non escludono, a priori, dei settaggi più complessi per coloro già avvezzi alla materia. Le caratteristiche predominanti della piattaforma AvaTrade sono: spread tra i 3 e i 7 pips; leva finanziaria fino a 400:1; zero commissioni; bonus di benvenuto fino a 50 euro per i conti VIP. A ciò, si aggiungono delle promozioni periodiche dirette a regalare diversi beni di lusso, come ad esempio iPhone e iPad.

In conclusione, ma non per ordine di importanza, vale la pena citare la piattaforma cipriota IronFX, un sistema di mediazione per il trading online che oltre ad offrire oltre 70 coppie valutarie, assicura contratti futures e spot metal, in ambito CFD, capaci di condurre ad altre opportunità di trading assolutamente vantaggiose. Mediante una leva finanziaria pari a 500:1, IronFX permette di conseguire svariate agevolazioni nell’utilizzo delle piccole quote di margine. Semplicemente interessante anche lo spread offerto ai propri utenti, orientativamente fisso su valori molto bassi al fine di attrarre un gran numero di potenziali trader. D’altronde, anche questo fa parte del business.